Laboratorio coreografico

OLTRE I CONFINI

Percorso integrato di danza ideato e condotto da Gabriella Cerritelli

Un progetto aperto a tutte le persone interessate al linguaggio del corpo come mezzo di espressione e relazione creativa.

Oltre i Confini è un percorso laboratoriale di danza condotto e ideato da Gabriella Cerritelli e accolto dal progetto La Piattaforma. Nuovi corpi, nuovi sguardi nella danza contemporanea di comunità 2017, di Associazione Didee e Associazione Filieradarte.

Il percorso, strutturato su 10 sabati intensivi di lavoro, rivolto ad un gruppo integrato di 35 persone di diversa età e formazione, fra cui un gruppo di giovani migranti, è finalizzato a portare sul piano esperienziale il superamento delle barriere e delle ‘diversità’ fra le persone, accogliendo le differenze come potenzialità.

"Al di là di genere, età, abilità e provenienza, ogni corpo porta una sua storia. Porre attenzione ai suoi gesti e ai suoi movimenti vuol dire prendersi il tempo di ascoltare quella storia e prendersene cura. Vuol dire entrare in relazione con l'altro abbattendo i muri della meccanicità, della convenzione e del pregiudizio. In altre parole, vuol dire stabilire una relazione poetica con l'altro e con l'ambiente".

Gabriella Cerritelli

Con il sostegno di Piemonte dal Vivo e La Piattaforma. Nuovi corpi, nuovi sguardi nella danza contemporanea di comunità.
In collaborazione con: Associazione Didee - arti e comunicazione, Associazione Filieradarte, Casa del Quartiere San Salvario.

Con la partecipazione di alcuni ragazzi della Cooperativa Doc (Ostello di Rivoli), del Centro di accoglienza di Cavoretto e alcune persone della Compagnia di Teatro integrato dell'Associazione Asai “assaiAsai”.

 

Restituzione finale

Sabato 3 febbraio h 19
Polo del 900 Via Del Carmine, 14 -To
Giorgio Li Calzi (tromba e live elettronics)

Sabato 14 aprile h 18
Museo diffuso della Resistenza Corso Valdocco, 4 -To
Giorgio Li Calzi: tromba e live elettronics
Gianni Bissaca: letture


Laboratorio coreografico

Improvvisazione e composizione

Laboratorio di danza condotto da Gabriella Cerritelli

Relazione tra movimento e suono

OVERVIEW E OBIETTIVI.

Il laboratorio propone un percorso di improvvisazione e composizione, che si sviluppperà nell’interazione tra movimento, suono e spazio in una ricerca pluridisciplinare aperta al “qui e ora”. Il lavoro sarà basato sulla qualità dell'attenzione e sulla consapevolezza della natura e della forma del proprio movimento. Attraverso l’improvvisazione, mettendosi in gioco sul piano tecnico e personale, i partecipanti sperimenterranno la possibilità di ascoltare, intraprendere e reagire. Imparereranno a concedersi il tempo e ad accogliere i momenti di difficoltà e disorientamento da cui far emergere una danza inedita frutto di una propria storia. L’obiettivo sarà la costruzione di una coreografia che nasca dal “sentire” del corpo attraverso una narrazione personale nata dall’ascolto e dalla relazione con tutti gli elementi in gioco.

ORGANIZZAZIONE E MOMENTI DI LAVORO:

  1. Training iniziale. Verranno proposti esercizi sulla base dello iyengar yoga, del chi kung e della danza contemporanea per preparare il corpo al raggiungimento di una dimensione di vuoto e di disponibilità all’ascolto che predisponga alla creazione del gesto. Tali esercizi mireranno al potenziamento dell'attenzione, della qualità del movimento, di ciò che lo sostiene e lo permette In particolare, presteranno attenzione:
    • a postura, radicamento e forza di gravità come basi fondamentali per raggiungere un movimento libero, plastico e sicuro nel suo sviluppo;
    • alla connessione tra respiro e movimento organico per potenziare l'equilibrio e focalizzare l’attenzione;
    • alla connessione tra respiro e movimento dinamico per espandere ed evolvere la propria azione.
  2. Improvvisazione e composizione. Verranno proposti diversi esercizi di improvvisazione:
    • improvvisazione strutturata dentro disegni spaziali legati all'arte figurativa;
    • improvvisazione legata a una condizione emotiva o una relazione fisica specifica all'interno di un percorso prestabilito;
    • improvvisazione a coppie o in gruppo incentrata sulla reazione e sulla trasformazione del movimento;
    • improvvisazione in solo a partire dal ricordo della relazione trovata nell'esercizio a coppie o in gruppo;
    • improvvisazione tra danza e musica esplorando il ritmo interno ed esterno.

Partendo da questi esercizi e dalla selezione del materiale emerso si costruirà un percorso coreografico nel quale ii partecipanti impareranno a riconoscere -nella forma trovata e in divenire - l'espressione poetica del sé, costruendo la propria danza lontana da tentazioni virtuosistiche. Si lavorerà sulla composizione istantanea imparando ad attingere alle proprie conoscenze e abilità per la creazione performativa nel “qui e ora”.

La pratica di interazione con il musicista permetterà di lavorare sulla relazione del “qui e ora” tra suono e movimento.

Musica dal vivo con: Giogio Li Calzi, Paolo Spaccamonti, Dario Bruna, Ramon Moro.

 

 

Danza di espressione africana

Concordanze

Per i corsi di danza di espressione africana è stato creato un sito dedicato

Concordanze | Danza di espressione africana